EN
natura e ambiente
Ci servono idee luminose a basse emissioni. Ma intanto usiamo le soluzioni che abbiamo

Curiosità, ricerca, impegno e mente aperta per cogliere i segnali che possono portare alla scoperta di nuovi orizzonti sostenibili. Anche a favore del pianeta.

Un bosco secolare dove natura e arte si fondono: sorprendentemente sassi, tronchi e foglie prendono vita

Direzione Val di Sella, in Trentino: alla scoperta del progetto sulla relazione uomo-ambiente di Arte Sella, l’esposizione permanente di “Art in Nature”.

La montagna ha salvato me, e ora tocca a me salvare la montagna

Un sogno alimentato da grande passione. Poi, un incidente improvviso. Che cambia le sorti e apre un nuovo futuro: quello dell’alpinista Hervé Barmasse.

Visioni, specialismi e paraocchi

Il “pensiero ambientale” parte dalla capacità di osservare un fenomeno e saper cogliere relazioni più ampie. Alcune esperienze.

Gli acquerelli della natura

Creare arte partendo dalla Natura. L’estasi visionaria dell’artista Nicola Magrin.

L’arte del foraging

Nome: Valeria Margherita Mosca.
Passione: l’ambiente, e raccogliere piante e frutti selvatici e inaspettati nel rispetto più totale della natura.

Mens sana in corpore sano

Obiettivo sviluppo sostenibile, in cui lo sfruttamento delle risorse naturali è inferiore - o almeno uguale - al loro tasso di rigenerazione.
Come realizzarlo?

L’equilibrio instabile

L’ossimoro della biodiversità: mantenere la “stabilità” con l’incessante evoluzione “dinamica” tra le parti. E se anche gli uomini lo prendessero come esempio?

Conversazione con Luca Albrisi

Dalla visione antropocentrica del mondo alla coscienza ambientalista biocentrica: il ritorno all’originario equilibrio con la natura secondo il “nomade alpino”.

Imparare dalla storia

Resistere ai cambiamenti climatici abbandonando i codici dell’International Style e le certezze del cemento.
Come la storia, a ogni latitudine, ci insegna.

Foreste: un prezioso antivirus

Natura vs Uomo.

Come la distruzione delle biodiversità e degli equilibri degli ecosistemi si rivela responsabile di almeno la metà delle malattie emergenti.

Dalla pesca accidentale alla pesca eccedentaria

A salvaguardia della biodiversità marina: sì alla valorizzazione delle specie ittiche minori, frenando lo sfruttamento degli stock di puro interesse commerciale.

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram